PROGETTI FINANZIATI DALLA COMMISSIONE EUROPEA

Marco Fantozzi è un membro del Panel di Esperti Valutatori della Commissione Europea per il programma HORIZON 2020 e precedentemente per il 5 °, 6 ° e 7 ° Programma Quadro di Ricerca per l’azione “Gestione sostenibile e qualità dell’acqua”. Ha partecipato come esperto valutatore alle seguenti attività di ricerca della CE: Marie Curie Maggio 2001 – Dicembre 2001 – CRAFT PMI aprile 2002 – ACQUA INNO DEMO del Programma di Ricerca & Innovazione FP7-ENV 2013.

Marco Fantozzi ha partecipato ai seguenti progetti finanziati dalla CE nel settore idrico e delle acque reflue:

– WaterSpy

– Proactive

– ICeWater

– WISDOM

– SMARTH2O

– Aquaknight

– WaterPipe

– TILDE

– Integrated LIFE-LAW

– T.V.P. Integrated Planning and Management of Urban Drainage, Wastewater Treatment and Receiving Water Systems

– Wastewater Pollution Load Monitor

Consulente del Progetto “WaterSpy” (High sensitivity, portable photonics device for pervasive water quality analysis), finanziato dal Programma Horizon 2020 della Commissione Europea avviato nel novembre 2016. Il monitoraggio pervasivo ed on-line della qualità dell’acqua è critico per determinare problemi di inquinamento. WaterSpy è finalizzato a sviluppare una “water quality detection photonics technology” adatta per le misure on line in campo, operante nella regione 6-10 μm.

Consulente del Progetto “PROACTIVE” (PROtezione del territorio con infrAstrutture ICT avanzate, cIttadinanza attiVa e rEti sociali) finanziato dalla Regione Lombardia (Italia) con il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) Smart Cities e Communities. Il progetto mira a progettare, realizzare e verificare una nuova modalità di approccio alla sicurezza del territorio che coniuga le azioni tradizionali della PA con tecnologie di telecomunicazione di ultima generazione (4G, Heterogeneous Network, Small Cells), sensoristica di nuova generazione (tra cui sensori di rilevamento di perdite) e i dati forniti dai cittadini intesi come “sensori intelligenti”. http://www.proactiveproject.eu/

Consulente di Metropolitana Milanese per il progetto “ICeWater” (Soluzioni ICT per una efficiente gestione delle risorse idriche), un grande progetto europeo finanziato dal 7° Programma Quadro della Commissione europea avviato nell’ottobre 2012. ICeWater è finalizzato ad ottimizzare l’uso dell’acqua nelle aree urbane, riducendo al minimo il consumo di energia attraverso l’utilizzo e l’integrazione di sistemi e tecnologie smart, tra cui modelli matematici e AMR, e di tecniche innovative per la gestione della pressione ed per il rilevamento delle perdite. http://www.icewater-project.eu/

Membro dello Special Interest Group del progetto “WISDOM” (Water analytics and Intelligent Sensing for Demand Optimised Management) finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del 7° Programma Quadro ed iniziato nel mese di febbraio 2014. Il progetto mira a realizzare un cambiamento radicale nel risparmio idrico ed energetico tramite l’integrazione di informazioni e tecnologie innovative della comunicazione (ICT) per ottimizzare le reti di distribuzione di acqua e per consentire il cambiamento nel comportamento dei consumatori mediante schemi innovativi di gestione della domanda e di tariffazione adattivi. http://www.wisdom-project.eu/

Membro del comitato scientifico del progetto “SMARTH2O” finalizzato a coinvolgere attivamente i cittadini per mezzo di strumenti di sensibilizzazione quali: water consumption profiling and feedback, persuasive games for behavior change, and computer-supported community work. I risultati saranno implementati in due distretti pilota a Londra (UK) e a Locarno (CH). http://smarth2o.deib.polimi.it/

Promotore con l’Institute of Communication and Computer Systems (ICCS) dell’Università di Atene, Grecia) del progetto “Aquaknight” finanziato dall’ ENPI CBC Mediterranean Sea Basin Programme (dal Dicembre 2011 al Dicembre 2014). Gli obiettivi comprendono: 1) lo sviluppo di cinque progetti pilota paralleli in Egitto, Giordania, Tunisia, Cipro e Italia per il trasferimento di esperienza nella pianificazione e gestione integrata delle reti di distribuzione idrica, 2) il rafforzamento delle capacità dei gestori e delle istituzioni pubbliche per promuovere il risparmio idrico e la gestione dei consumi e delle perdite idriche – 3) la promozione di sinergie e azioni di collaborazione per affrontare il problema della scarsità d’acqua nel bacino del Mediterraneo – 4) il trasferimento di conoscenze e di tecniche innovative per la gestione efficiente delle risorse idriche. http://www.aquaknight.eu/

Direttore del progetto “Integrated LIFE-LAW” che ha fornito un approccio innovativo per l’attuazione della Direttiva della Comunità Europea per il controllo dello scarico proveniente da aree urbane e industriali nei corpi idrici – attraverso l’integrazione di strumenti decisionali avanzati (mouse, Mike11, STOAT). Il progetto è stato co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma “LIFE” ’96. Il progetto, effettuato da ASM (IT) in collaborazione con Danish Hydraulic Institute (Danimarca), Water Research Centre (UK), Università degli Studi di Brescia, Comune di Lumezzane e Provincia di Brescia (Italia) ha richiesto una forte capacità di pianificazione e organizzazione insieme a capacità di comunicazione e la capacità di collaborare attraverso i confini organizzativi. Questo innovativo progetto è stato completato in tempo e in budget.

Responsabile per ASM Brescia nel Progetto “Wastewater Pollution Load Monitor“, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma “BRITE-EURAM” ’97. Il progetto ha fornito nuovi strumenti per la misurazione del carico inquinante in acque reflue mediante proprietà ottiche. Il progetto è stato realizzato da ASM (IT), Water Research Centre (UK), Università di Dublino (Irlanda), Interenge (Portogallo), Opdix (Germania), ecc. http://cordis.europa.eu/result/rcn/27857_en.html

Osservatore ufficiale del Progetto “T.V.P. Integrated Planning and Management of Urban Drainage, Wastewater Treatment and Receiving Water Systems“, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del “Technology Project Validation” ’96.